La sempiterna ricerca della felicità può (e deve) passare anche dalla casa! Oggi vorrei farti riflettere su una frase molto usata, che però può cambiare l’aspetto di una casa e il modo di viverla: LESS IS MORE, il meno è più (ma in italiano non rende molto!). Lo sapevi che è una citazione? L’autore è l’architetto e designer tedesco Ludwig Mies van der Rohe (lo stesso che dice anche “God is in the details”, frase icona per me! ). L’opera di questo architetto è emblematica e fondamentale per la nostra epoca e si basa sull’essenzialità di forme e linee. Sviluppò l’idea dell’architettura skin and bones – pelle e ossa – e direi che il nome è già tutto un programma.

mies_van_der_rohe_pavillion_place-full
The Barcelona Pavilion designed by Ludwig Mies van der Rohe

 

Una casa piena di oggetti è senza dubbio soffocante e non solo esteticamente. Andando a cercare dall’altra parte del globo, sappiamo infatti che il Feng shui sconsiglia l’accumulo, perchè crea blocchi di energia. Via soprattutto gli oggetti rotti e inutilizzati! Cerca negli armadi e nei cassetti e liberatene!

Rimanendo in Oriente, la famosa scrittrice Marie Kondo è la regina del decluttering. Ho letto qualche anno fa il suo libro “Il magico potere del riordino” e devo dire che personalmente mi ha segnato e ho ridotto moltissimo tutto quanto avessi in casa, dal guardaroba ai libri (donando, più che buttando). Non sono arrivata ai suoi livelli ossessivo compulsivi a cui credo solo alcuni possano giungere, ma devo ammettere che un po’ di decluttering stagionale mi rende felice. E gennaio non è un mese fantastico per farlo? Lei descrive un metodo preciso, un ordine da seguire che va dalla categoria più semplice (i vestiti) a quella più complessa (le foto, i ricordi). Non sempre è facile separarci da certi oggetti, ma è molto bello il suo approccio che ti dice di metterti in connessione con un oggetto ogni volta che devi decidere se tenerlo o buttarlo: se la sensazione è positiva, rimane! Se la sensazione è neutra o addirittura negativa, è ora di liberare quell’oggetto. Sì, dice proprio liberare, quindi anche in questo caso ha accezione positiva: lasciarlo andare può dare nuova vita a quell’oggetto che per noi invece non ha più molto significato.

StockSnap_YISUDLOYC3

Tornando in Europa, una delle filosofie nordiche più trendy del momento è il Lagom. E’ un modo di vivere svedese che assegna la priorità all’equilibrio delle cose. Il troppo non va mai bene, così come il troppo poco. L’armonia, la semplicità, la sostenibilità sono alla base di questo stile di vita e vuole dimostrare come si può essere felici con meno. Less is more, come diceva Mies van der Ruhe citato all’inizio.

log_17

Purezza di linee, spazi per tutti, essenzialità e minimalismo potrebbero forse essere una meta troppo ambiziosa per una casa comunque molto vissuta e piena. Ma anche il viaggio più lungo si inizia con un passo, quindi ti do la parola da seguire per affrontare un decluttering casalingo senza ansie da prestazione: Leggerezza! Sfoltisci, apri, illumina, togli, respira. Sarai più felice tu e viverti la casa sarà ancora più piacevole! Questo è uno dei segreti della felicità 😉

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...