Eh sì, Milano Design Day perchè la mia disponibilità di tempo per la Milano Design Week quest’anno è stata di un solo giorno. Dalle mie parti si dice: Piuttosto che niente, meglio piuttosto!

Ho deciso di visitare Ventura Centrale, Ventura Future e Brera Design District e voglio raccontarti cosa mi è piaciuto e cosa mi ha stupito, il più schiettamente possibile.

Arrivando in treno, il Ventura Centrale è molto semplice e comodo da raggiungere. Sono 9 spazi, 9 magazzini abbandonati della stazione, che si prestano benissimo a questo scopo e contribuiscono ad aumentarne il fascino. Ogni spazio è dedicato a un solo progetto: si parte con le sculture create con sedie in legno di Stephan Hürlemann, dal titolo Giants with dwarf. Le avevo viste in foto e pensavo fossero più piccoline e invece erano grandi e mobili! Attraverso una cordicella e un telaio tondo di una sedia, ogni scultura può prendere vita attraverso la mano del visitatore! Una piccola interazione meccanica che ti fa affezionare subito a questo interessante progetto.

 

Nei seguenti magazzini ho potuto ammirare l’utilizzo del colore tramite i washi tape di Nitto Design, le luci in carta washi di Denis Guidone e Tomoko Fuse e un avanguardistico progetto di vetri che con la giusta vibrazione fungono da casse di risonanza (progetto di AGC Asahi Glass).

 

Ma più di tutti mi ha colpito l’allestimento di Baars & Bloemhoff all’ultimo magazzino, i quali hanno chiesto a sei designers di interpretare i loro materiali. Mi è piaciuto moltissimo l’idea di Christian Heikoop che ha rivestito tavoli e lampade con una foglia di legno, proprio come fosse un tessuto o una carta! Spettacolare!

 

Da Ventura Centrale una comodissima navetta mi ha portato a Ventura Future. Un palazzo di più piani con diversi progetti esposti, spesso anche di scuole di design. Alcuni un po’ troppo sulla linea dell’installazione artistica più che del design (ad esempio una sorta di laboratorio ricreato con provette e materiali organici in decomposizione o simili), altri invece con proposte che metterei in casa anche adesso, come tutti i ganci in legno di Sergio Navarro e Josué Sàez.

 

Poi mi sono spostata a Brera. Qui, a parte per due mete precise di cui ti parlerò, sono andata a zonzo. Mi avevano detto che quasi ogni vetrina e ogni cortile del quartiere è occupato con qualche progetto e quindi basta lasciarsi trasportare dalla corrente e curiosare un po’ a caso qua e là. Ho visto brand più o meno noti creare allestimenti davvero interessanti, chi molto piccoli, chi più ampi. Ho visto sanitari trasformati in opere d’arte e appartamenti arredati come in una rivista.

I due palazzi che non volevo perdermi erano Palazzo Clerici con l’allestimento di Hay, Sonos e WeWork e Palazzo Turati con Masterly, The Dutch in Milano. A Palazzo Clerici, Hay ha fatto un allestimento bellissimo: un palazzo italiano d’epoca arredato in stile nordico contemporaneo non stride affatto, anzi! Davvero d’effetto, ogni angolo da fotografare! Anche il cortile interno era da favola, ma purtroppo l’ingresso era solo ad invito.

 

A Palazzo Turati venivi accolto all’ingresso da una distesa di tulipani, a sottolineare che The Dutch in Milano non è un titolo a caso. Diversi gli allestimenti, dalla ceramica dipinta, al vetro di Bibi Smit, alle auto futuristiche senza guida, agli allestimenti di interni interessanti per la casa di chi vive il presente.

 

Ma, lo dico sinceramente, la parte che mi è piaciuta di più nel girare per Milano, è stata scovare degli angoli, vedere scorci urbani che altrimenti non avrei mai conosciuto. Palazzi stupendi, interni cortile che nascondono oasi di pace, cassette delle lettere che mi sarei portata a casa subito e corridoi, scale, infinite porte: una poesia che non mi aspettavo e che è stata la ciliegina sulla torta di questa giornata frenetica e ricca.

Tu sei andata alla Design Week milanese? Cosa ti è piaciuto di più?

 

Una risposta a "Ventura e Brera District: piccolo scorcio del mio Milano Design DAY"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...