Avevo in mente di raccogliere su Pinterest un po’ di idee su come decorare le pareti di casa in diversi modi. Poi mi sono guardata intorno e ho – presuntuosamente – pensato che forse forse si può copiare dai muri di casa mia. Ti racconto quindi cosa ho appeso alle mie pareti, nella speranza di darti le giuste suggestioni per personalizzare le tue!

KAKEMONO E EMBROIDERY HOOPS

Da un po’ di tempo mi ha travolta la passione botanica: non solo quella per le piante vere ma anche per quelle stampate! Davvero mi incanto davanti a grafiche vintage di chissà quale manuale di giardinaggio! Due anni fa abbiamo trovato un bellissimo kakemono (letteralmente “cosa appesa” in giapponese) con fiori e piante e ha trovato il suo posto in camera da letto. Ho affiancato due embroidery hoops (cerchi da ricamo) con all’interno anche qui due stampe botaniche. Anche il cerchio da ricamo è usato molto ormai come cornice di piccoli quadri: i miei sono stampati, ma anche quelli proprio ricamati sempre a tema botanico sono davvero il top! Se vai su Etsy, ne trovi un’ampia selezione.

kakemono

TONKI

Le foto in casa non possono di certo mancare! Ci sono milioni di modi per disporle, inquadrarle, appenderle. Noi abbiamo scelto i Tonki! Sono foto stampate su cartone che si monta e crea da sè una cornice: facili da montare e da appendere, hanno il vantaggio di essere quadrati e quindi anche creare un’armonia d’insieme sul muro risulta piuttosto facile! La scelta anche qui è stata per la camera da letto: una colonna piuttosto alta di ricordi da vedere appena si aprono gli occhi al mattino!

 

ILLUSTRAZIONI E WASHI TAPE

Per completare la camera da letto, un’altra mia passione oltre alla botanica: l’illustrazione! Ho due stampe e un originale di Francesca Zanotto che ritraggono il suo Orso Polare (che aveva freddo). Sono adorabili, ma non ho ancora trovato delle cornici che mi convincano appieno, per cui al momento sono appese al muro con dei pezzetti di washi tape, nastro di carta colorato (si trovano in diverse grandezze, colori e fantasie) che crea lui stesso un motivo decorativo.

illustrazione

LE LOCANDINE

Non è una grande novità quella di decorare le pareti appendendo locandine dei film preferiti. Ricordati però di trovare quelle originali e non le riproduzioni: timbri, piccoli strappi o macchie daranno di certo un sapore ancora più vintage all’insieme. Noi abbiamo scelto “Assassinio sul Nilo”, un film che ci diverte sempre guardare e la cui locandina, alla fine, donava anche sulla carta da parati! Di locandine originali e d’antan è pieno il web! Questa è costata una sciocchezza e l’abbiamo trovata su Ebay.

locandine

I QUADRI

Io ho la fortuna di avere una sorella pittrice che fa quadri che mi piacciono molto, per cui sono abituata sin da adolescente a scegliere e posizionare suoi quadri a partire dalla mia cameretta, poi l’ufficio, la prima casa in cui ho abitato da sola e ora questa. Mai, mai, mai è mancato un suo quadro ed è una tradizione che mi piace molto. Mia sorella dipinge generalmente quadri piuttosto grandi, ma questo per me è solo un vantaggio: un unico quadro può arredare tutta la parete se non l’intera stanza. Per il living, ho scelto un’opera quadrata astratta sul blu e giallo e trovo sia proprio perfetta.

quadro_laura

LE MENSOLE DECORATIVE

Hai un angolino nel living che ti piacerebbe sfruttare in modo funzionale senza farlo sembrare subito un ufficio? Qui ci vengono in aiuto le mensole decorative: sono piccole mensole che possono contenere poco e di poco peso, ma graziose e utili. Va molto l’esagono o il triangolo realizzati nei più svariati materiali, con predilezione per legno e metallo. Io ho scelto delle più classiche casette in legno: una è puramente decorativa, l’altra funge da porta lettere e documenti.

mensole_casetta

LE LETTERE

Anche questa non è una grande novità, usare lettere per decorare pareti e stanze è in voga da diversi anni. La particolarità secondo me sta nella scelta della dimensione e del materiale delle lettere e il suo posizionamento. Ho messo in cucina quattro lettere che formano la parola Home. Sono in ferro in parte arrugginito e questo crea già un aspetto vissuto e industriale. Sono piuttosto grandi e pronunciate, ma soprattutto si vedono appena si apre la porta: un invito di accoglienza e calore.

copertina

I SOUVENIRS

Sì, hai capito bene, parlo proprio dei ricordini che si comprano in viaggio! Chiaramente devono essere un po’ ragionati e immaginati sulla parete giusta, ma più sono originali, più sarà una decorazione memorabile. Non pensare subito a piatti o decorazioni che normalmente sono già predisposti per essere appesi, cerca di essere inventiva e pensa che molte cose possono essere appese aggiungendo un piccolo gancio. Io nello stipite d’ingresso della cucina ho appeso un ricordo di Lisbona. Qual è? Sardine. Quattro sardine in ceramica di un artigiano locale in quattro colori che stessero bene con quattro scatolette di vere sardine portoghesi, che hanno grafiche stupende e che meritano di essere valorizzate. Il risultato è questo: che ne pensi?

sardine

Spero di aver scatenato in te mille idee per rinnovare le tue pareti! Se ti piacerebbe avere una decorazione Illumino, sul mio shop trovi la sezione Decorazioni da appendere perfetta per questo compito!

Se sei più da grafiche e stampe, puoi dare un’occhiata al mio profilo su Society6: troverai diverse mie opere riproducibili sui più disparati supporti.

Alla prossima settimana!

2 risposte a "On the wall: 8 suggestioni per le tue pareti copiate da casa mia"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...